L'Associazione Monastero del Bene Comune
è nata nel luglio 2009 presso l'antico monastero di Sezano, da un gruppo di persone che hanno a cuore la promozione della convivenza umana nella “città del vivere insieme”.

"L'umanità non è semplicemente l'insieme degli esseri umani, ma sono gli esseri umani che vivono insieme" (Riccardo Petrella).


SOSTIENI L'ASSOCIAZIONE


> Quale Verona ci sta preparando l’assessore Giacino?


Pubblichiamo l'articolo dell'Ass. Italia nostra - sezione di Verona
LA GESTIONE DEL TERRITORIO E  DELL’AMBIENTE  A  VERONA
La sezione veronese di Italia Nostra, intende partecipare al dibattito sulla nuova Verona che l’assessore alla pianificazione Vito Giacino sta progettando. Riteniamo che le scelte urbanistiche fatte dall’assessore possano essere considerate come le piattaforme tecniche che giustificano e notificano l’espansione e lo sviluppo edilizio. 
IL CONSUMO DEL SUOLO.
Sviluppo edilizio, prodotto dal rapporto tra il potere politico/amministrativo e quello economico. Rapporto che ha confermato e rafforzato la cosiddetta città diffusa, saturando i pochi vuoti urbani rimasti, originando l’allargamento del confine urbano edificato e favorendo la proliferazione di centri commerciali e direzionali. Il risultato di questo metodo  dissennato di pianificare il territorio  è che la superficie coltivata è passata in 40 anni da 18 a 13 milioni di ettari (fonte Eurima).  Attualmente in Italia si consumano circa 100 ha al giorno di suolo agricolo. 
I MECCANISMI DI GESTIONE DEL TERRITORIO A VERONA

Dal 1975, anno della Variante Generale al P.R.G. che prevedeva un grosso aumento della popolazione veronese, sono state urbanizzate aree verdi e costruiti edifici residenziali per una popolazione prevista di oltre 400.000 abitanti. 
Le proiezioni sono risultate clamorosamente errate, provocando così lo spreco di migliaia di mq di territorio agricolo e l’accumulo di oltre 10.000 abitazioni sfitte.
Secondo l’Istat, circa il 20% del nostro patrimonio edilizio abitativo non è occupato. 
Una quota quattro volte maggiore di quella tedesca. 
Nonostante tutto ciò, l’assessore Giacino, nella stesura dei recenti P.A.T.  e P.I., ha ritenuto opportuno destinare nuove aree all’espansione edilizia, per un ipotetico, quanto improbabile, aumento di popolazione. 
GLI STRUMENTI URBANISTICI.  IL P.A.T. e il P.I.
Gli estensori dei recenti P.A.T. e P.I. non hanno considerato le condizioni di un territorio sovra-urbanizzato e i conseguenti danni che una nuova espansione avrebbe causato. 
Nel P.A.T. sono pianificati: 10.900 nuovi alloggi.  
                                           750.000 mq di edifici ad uso commerciale, terziario e produttivo 
Le aree agricole collinari,  paesaggisticamente più preziose e ambientalmente più fragili, non sono state salvaguardate e sono previsti 25.000 mq di residenziale ad Avesa e Quinzano.  
E’ stata ipotizzata una crescita della popolazione veronese a 300.000 abitanti entro il 2021; quando dai risultati dell’ultimo censimento si evince che Verona, dal 2001 al 2011, ha perso circa 3000 abitanti. 
Il P.I. ha mancato uno dei principali obiettivi indicati dalla legge regionale: quello di mantenere e/o recuperare le funzioni agricole del territorio comunale e di valorizzare le trasformazioni, se compatibili con l’assetto ambientale e paesaggistico, a favore della collettività. 
Alcuni particolari del P.I.
Spianà. Il principale intervento sarà quello previsto su 180mila mq con la realizzazione di diversi impianti, tra cui piscine coperte, campi da tennis, una palestra, un centro per il golf e un circuito per Bmx. 
Quinzano. Un intervento di 13mila mq di residenziale
Parona. E’ stata resa edificabile l’area ancora libera della rinascimentale villa Monastero (oltre 4mila mq).

Il piano di Verona sud. 
La  Pubblica Amministrazione intende realizzare circa quattro milioni di mc di costruito, di cui un milione di edifici residenziali e tre milioni tra direzionale, commerciale e alberghiero, quantità certamente sovradimensionate per la realtà veronese
La zona sarà rivoltata come un calzino. Già i primi progetti approvati sono all’ insegna del gigantismo. 
Ex Officine Adige. Sull’ area di 100.500 mq delle ex Officine Adige (si chiamerà Adige City) verranno costruiti appartamenti, uffici, spazi commerciali e un albergo. 
Ex Manifattura Tabacchi.  Uffici, negozi e un albergo per un totale di 79.500 metri quadri.
Ex Autogerma. 79.500 mq principalmente residenziali.  
Scalo merci della ferrovia.  Si sta vanificando l’opportunità di realizzare un grande parco urbano per migliorarne la qualità ambientale.  Nel recente piano sono previsti  il passaggio di una superstrada in trincea e la costruzione di centri direzionali pubblici. 
Ex Cartiere Verona. In un’area di circa 150.000 mq, è stata recentemente approvata la mega lottizzazione di una city con 300.000 metri cubi di nuova cementificazione, che ospiterà 70 negozi per 15.000 mq, 12 bar e ristoranti, palestre, centri per il fitness, multisale cinematografiche per 4600 mq e  uffici per trentamila mq. 
Il progetto per le ex Cartiere Verona prevede la realizzazione di due enormi torri direzionali alte oltre 110 metri, (rispettivamente 112,77 e 120,90 metri, che con l'antenna sul tetto arriva a 140,50!), distanti poco più di 200 metri dalle mura magistrali. 

OLTRE AL P.I. SONO STATI PROPOSTI I PROGETTI PER:
Ikea. L’intervento accolto dalla giunta sull’area Biasi prevede 241 mila mq, a cui vanno aggiunti altri 90 mila metri quadri tra ricettivo, direzionale e ludico ricreativo, altri 75 mila mq di nuove residenze per 1.700 nuovi abitanti. Accanto sorgerà un “Parco commerciale” altrettanto grande: 267 mila metri quadri, con capacità edificatoria di 190 mila metri quadrati, 50 mila più dell’Ikea.
Ex Arsenale. La Pubblica Amministrazione intende dare in concessione ai privati, per 99 anni rinnovabili, due terzi della superficie utile con la libertà di trasformarla in uffici e negozi modificandola a loro piacimento, il permesso di rivendere questi uffici e negozi, la possibilità di aprire un nuovo centro commerciale nella corte centrale. 
Ex caserma Passalacqua. Purtroppo la giunta Tosi – Giacino ha preferito concedere ai privati la possibilità di costruire 140 appartamenti, oltre ai 103 di edilizia convenzionata e sovvenzionata ed ai negozi, sul luogo dove sorgevano circa 200 alberi d’alto fusto. In quell’area avrebbe dovuto nascere il campus universitario di Verona.

Per concludere, ci rivolgiamo all’assessore Giacino, per chiedergli se è davvero convinto che i migliaia di mq di edifici per il commercio, il terziario, l’alberghiero ed il residenziale siano realmente necessari alla nostra città. 
Se crede che il traffico prodotto dalle attività contenute in una tale mole di cemento, metallo e vetro, possa essere sopportato e tollerato dal nostro sistema della mobilità. E infine, se ritiene che  questa pianificazione ad abito d’arlecchino, giovi realmente alla città o soprattutto agli interessi dei vari operatori privati. 


Giorgio Massignan (pres. prov. Italia Nostra)                                            Verona 06/02/2013          

Stampa il post

Scuola Itinerante

L'ECONOMIA DEI BENI COMUNI.
E’ possibile costruire una “eco-nomia” fondata sui beni comuni?
Tempo di conoscere per agire

14/12/'13 Sezano .
Cosa si intende per "beni comuni", "beni comuni pubblici" e per "economia dei beni comuni", elementi teorici e dall'esperienza collettiva sociale storica.
> I beni comuni. I nodi da sciogliere. (11.07.2014) > vedi

Info programma qui > Per iscrizioni scrivere a monasterodelbenecomune@gmail.com

18/01/'14 Sezano . "Cos'è il valore? Teorie e politiche, per comprendere i fondamenti della ricchezza/povertà e delle inuguaglianze"



“Dopo le elezioni europee: criticità, sfide e proposte”

Il denaro non può determinare il valore del tempo, del lavoro, della felicità, della conoscenza, dell'acqua. Quando questo succede il tempo, il lavoro, la felicità, la conoscenza, l'acqua muoiono.

Incontro del 28.06.2014 - Sezano (Verona)
- "Le tre criticità maggiori" nella prospettiva di influenzare la definizione delle priorità dell'Agenda politica europea
- "Le sfide principali per la Sinistra europea" in una prospettiva europea-mondiale e locale-nazionale italiana
- "Prime proposte di azioni prioritarie" per semestre italiano UE / Agenda europea 2014-2016
Sintesi dei risultati salienti a cura di Riccardo Petrella (vedi)
Contributi di integrazione

CAMPAGNA STOP TTIP ITALIA

La Campagna Stop TTIP Italia nasce a febbraio 2014 per coordinare organizzazioni, reti, realtà e territori che si oppongono all’approvazione del Trattato di Partenariato Transatlantico su commercio e Investimenti (TTIP)

> leggi

> aderisci alla campagna

> con i piedi per terra

PIERLUIGI DI PIAZZA

"Il mio nemico è l'indifferenza"
essere cristiani nel tempo del grande esodo
Ed. Laterza
Video (1)(2)(3)(4)(5)(6)
Domenica 5 giugno ore 17.00
Monastero Stimmatini Sezano
Paolo Bertezzolo in dialogo con Pierluigi Di Piazza
"Non ci si può dichiarare cristiani e prendere parte alle ingiustizie, professare il razzismo, accettare la discriminazione di omosessuali, nomadi, carcerati, migranti. Non ci si può dichiarare cristiani ed essere complici della distruzione e dell'usurpazione dell'ambiente. Non ci si può dichiarare cristiani aderendo solo a parole al nuovo corso di papa Francesco, perpetuando nei fatti l'antico vizio di strumentalizzare Dio senza voler cambiare nulla. "

Le parole delle donne

2-3-4 gennaio 2016
Presentazione di Silvano Nicoletto
Anna Maria Bigon (parte 1)-(parte 2)-(Premio Comuni Virtuosi)
Donata Gottardi (parte 1)-(parte 2)
Loredana Dal Corso (Prologo)-(parte 1)-(parte 2)-(parte 3)-(parte 4)
Rita Giaretta (Lettera)-(parte 1)-(parte 2)
Susanna Caniato (prologo)-(parte 1)

DIALOGUES AFRICA@EUROPA.IT

"Quando (bianchi, neri,indiani e meticci) ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza libera automaticamente tutti gli altri." (Nelson Mandela)
Manifesto dei dialoghi
l'Africa e l'Europa per un destino comune
temi: la cooperazione internazionale, il fenomeno della corruzione, il fenomeno migratorio dentro la relazione Africa- Europa, i corridoi umanitari, il problema dell'infanzia, sfruttamento delle risorse, la desertificazione, e deforestazione, agricoltura per la comunità e per l'esportazione (caffè, cacao, cotone, ...), il furto della terra e dell'acqua, dall'istruzione all'educazione, la volorizzazione dei talenti, la questione giovanile, la politica estera degli stati, conflitti e armamenti, la tratta e le nuove schiavitù, le donne e la comunità, mondo rurale e mondo urbano, le migrazioni climatiche....

Seminario sul pensiero di R.Panikkar

Pace
seminario con Maciej Bielawski
Monastero di Sezano
2014 -18 ott,
29 nov,
20 dic,
2015 - 17 gen, 28 feb, 21 mar, 11 apr, 23 mag, 13 giu
info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com
t. 3472256997


Eco-logia Forum

"Malcesine" - affresco di Maciej Bielawski

La semplice eco-logia non basta. C’è bisogno anche di un dialogo con la terra. Ho chiamato ecosofia questo atteggiamento di dialogo. La terra non è un mero oggetto, è anche un soggetto, un Tu per noi, con cui dobbiamo imparare a entrare in dialogo. Così potremo scoprire che ecosofia ha un certo ruolo rivelatorio. Il nostro dialogo con la terra può rivelare come stanno le cose”. (R.Panikkar)

Alla ricerca di una cultura ecologica per il nostro territorio”

con Maciej Bielawski, Francesca Bragaja e Cristina Stevanoni

Giovedì 26 febbraio 2015 - ore 20.45 – 22.30

La città come luogo di vita"

con Giorgio Massignan

Mercoledì 18 marzo 2015 - ore 20.45 – 22.30

Biodiversità. La comunità del vivente

con Maria Giovanna Braioni

Giovedì 16 aprile 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'agricoltura contadina per la sovranità alimentare

con Francesco Benciolini

Giovedì 14 maggio 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'energia della Terra

con Laura Agostini

Giovedì 11 giugno 2015 - ore 20.45 – 22.30

luogo degli incontri: Monastero degli Stimmatini di Sezano - via Mezzomonte 28, verona

info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com - c. 3472256997

SEGUICI SU

Archivio articoli del blog

I LIBRI del MONASTERO DEL BENE COMUNE

* LIBRI APERTI
"come un libro aperto. la mia semplice testimonianza" di Aurora Morelli, stampato in proprio, luglio 2011, 288 pagine.


* I QUADERNI DEL VIVERE INSIEME
quaderno n. 3 "LE FABBRICHE DELLA POVERTA' " Liberare la società dall'impoverimento. Opera collettiva, stampato in proprio, settembre 2013, pag. 136

quaderno n°2. "IL CAPITALISMO BLU. La predazione della vita " di R. Petrella, stampato in proprio, aprile 2011, 143 pagine.
quaderno n°1. "RES PUBLICA E BENI COMUNI. Pensare le rivoluzioni del XXI secolo", di R. Petrella, stampato in proprio, ottobre 2010,151 pagine.

I libri sono disponibili nella sede dell'Associazione o richiedendoli via mail.


Archivio AUDIO - VIDEO

"Dalle acque amare alle 12 sorgenti e 70 palme". Lettura sapienziale del Libro dell'Esodo, con Mons. G.M. Bregantini
-------------------------------------------------
Nuove relazioni a partire dalla casa di Maria e Giuseppe, con Maria Soave Buscemi
-------------------------------------------------
dai Poveri Illegali alla Illegalità della Povertà, con p.S. Nicoletto, R.Petrella, F.Mestrum
-------------------------------------------------
Attraverso il Sahara. Il viaggio dei migranti verso l'Italia, con J-P. Piessou e giovani immigrati africani
-------------------------------------------------
Uscire dall'angoscia: ascolto e accoglienza, con E.Drewermann
-------------------------------------------------
L'umanesimo biblico, con Carmine Di Sante
-------------------------------------------------
Raimon Panikkar, profeta tra le fedi
con Achille Rossi
-------------------------------------------------
Conoscere le Mafie per costruire Legalità e Responsabilità
Le mafie: fenomeni criminali e non solo audio (Pierpaolo Romani) La mafia di casa nostra, la mafia in casa nostra audio (Monica Zornetta)
Nord-Sud, alleanza per la legalità audio (Vincenzo Linarello)
Cosa Nostra, la mafia siciliana audio (Pierpaolo Romani)
-------------------------------------------------
Lettura de "Res Publica e Beni Comuni"
-------------------------------------------------
La fede degli atei e l'ateismo dei credenti
conversazioni con José Maria Castillo | 3/5.1.'11
-------------------------------------------------
Abitare il Pianeta Errante
conversazioni con Antonietta Potente | 5.12.'10
-------------------------------------------------
Stranieri e Pellegrini, figli di Abramo
con p.Paolo Dall'Oglio e Hamza Piccardo | 9.1.'10

------------------------------------------------ Il sussulto del Diritto per i Diritto con Giancarlo Caselli | 9.1.'10 vedi video

© 2009-2011 Copyright Associazione Monastero del Bene. Per riprodurre i contenuti richiedere autorizzazione al webmaster

Powered by AMAZZER - Vai aINIZIO PAGINA