L'Associazione Monastero del Bene Comune
è nata nel luglio 2009 presso l'antico monastero di Sezano, da un gruppo di persone che hanno a cuore la promozione della convivenza umana nella “città del vivere insieme”.

"L'umanità non è semplicemente l'insieme degli esseri umani, ma sono gli esseri umani che vivono insieme" (Riccardo Petrella).


SOSTIENI L'ASSOCIAZIONE


> I Comitati di Verona scrivono: Lettera aperta a Pedrollo

LETTERA APERTA A GIULIO PEDROLLO

Le dichiarazioni del presidente della Confindustria Veronese, Giulio Pedrollo, apparse sulle pagine del Corriere di Verona di martedì 17 giugno, sono tali da lasciare basito chiunque in questo paese sia riuscito a custodire qualche residuo di cultura democratica, pur nell'imbarbarimento dello scenario politico generale.
“La nostra è diventata la città dei comitati contro - riferisce il Corriere – Ogni volta che si lancia un'iniziativa, c'è qualcuno che organizza un comitato di oppositori...”. In definitiva, se la macchina dell'economia non funziona, se non c'è lavoro, se non vengono realizzate opere pubbliche e servizi il motivo va ricercato nell'opposizione dei comitati di cittadini che intralciano i progetti. Occorre ricordare che il parere del presidente della Confindustria Veronese è una voce che, per quanto rappresentativa di un importante settore della vita civile, è limitata al mondo dell'impresa. In merito alle grandi opere pubbliche sarebbero da ascoltare anche le voci dell'urbanista, dell'esperto ambientale, del geologo, dello storico, del biologo e così via. I recenti disastri accaduti nel nostro paese a seguito di realizzazioni di un certo impatto ambientale, stanno a dimostrare con troppa evidenza che queste voci non sono state prese in considerazione e che troppo peso invece è stato dato a criteri di carattere economico finanziario. Dimenticare questa lezione dei fatti è scellerato e al tempo stesso non lungimirante anche sotto il profilo dei costi. 
Nella pratica della democrazia come partecipazione, secondo certa cultura politica (la cultura “del fare”), s'insinua una minaccia per l'economia. Come dire: se la gente non partecipasse ai processi della cosa pubblica, le cose andrebbero meglio. 
Meno politica e più affari, meno diritti e più crescita è divenuto ormai il cantus firmus (alquanto monotono per la verità) di una parte della classe imprenditoriale e politica sempre più appiattita sulle corte visioni  del profitto e del potere fine a se stessi. La crescita di cui parlano è la crescita della loro ricchezza. Mentre nella gente, aumenta la crescita della perdita dei diritti e dei beni comuni, compresa la privazione di suolo, di qualità di vita e di salute.
A nostro avviso, ogni limitazione del diritto di cittadinanza, ovvero ogni volta che si abbassa la guardia sul senso di responsabilità e di controllo sociale, si espone la collettività e in ultima analisi, la politica e il mondo dell'impresa al serio e fondato rischio di cadere sotto il controllo di ben altri comitati, ovvero quelli dell'illegalità e del malaffare. Questi sono i veri “comitati contro” da temere, non i comitati della gente!
Quanto sta emergendo dalla cronaca giudiziaria di questi giorni è sotto gli occhi di tutti. Una cittadinanza partecipe, vigile e responsabile sarebbe, contrariamente a quanto afferma Pedrollo, un formidabile sostegno per quegli  amministratori che intendono governare la cosa pubblica con onestà e senso di giustizia, perché non si sentirebbero mai lasciati soli, i comitati non li abbandonerebbero mai.
L'esternazione del presidente Pedrollo lascia stupiti anche gli stessi comitati cittadini, che a onor del vero nella nostra città si possono contare sulle dita di una mano, i quali sono del tutto ignari di possedere tanto potere fino a intimorire i potentati del cemento, dei project financing, della realizzazione del traforo, della cementificazione di 77 mila metri quadrati su cui si dovrebbero creare diversi centri commerciali, anche a poche centinai di metri l'uno dall'altro, della distruzione del verde urbano ecc. I comitati ringraziano la S.V. per tanta considerazione! Quando mai nella nostra città i comitati cittadini sono riusciti a far cambiare i programmi degli amministratori! Invece, non una volta gli amministratori si sono degnati di prestare attenzione alle istanze della base quando erano in gioco gli interessi del loro potere e dei potentati economici.
Chi ha sottratto quantità enormi di denaro pubblico  destinato ai beni pubblici, ai servizi, al lavoro e all'impresa stessa? I comitati dei cittadini? 
Stupisce inoltre l'analisi: “L'anello mancante – sostiene Pedrollo – è il settore che più traina il mercato e i consumi interni, quello delle costruzioni”. A questo punto i comitati dei cittadini dovrebbero sentirsi sprofondare nel senso di colpa per le migliaia di appartamenti vuoti e sfitti, per il patrimonio pubblico svenduto, per gli immensi immobili edificati e dismessi a distanza di pochi mesi, per i milioni di euro sprecati in opere di nessuna utilità se non per le tasche dei corrotti, per le colline sbancate allo scopo di realizzare  monoculture provocando danni alla biodiversità, danni che la collettività pagherà con sempre più gravi squilibri ambientali, per la distruzione del suolo “bene comune” trasformato in bene economico monetizzabile nelle tasche dei privati.
Con guizzo d'intuito originale, a dir poco patetico,  in sintonia peraltro col pensiero renziano, Pedrollo giunge a sentenziare: “Il tunnel va realizzato, le imprese vanno salvaguardate. Semmai sono gli imprenditori corrotti che vanno puniti”. Di quali imprese e di quali imprenditori stiamo parlando? Insomma, la corruzione, secondo il nostro, è semplicemente questione di qualche mela marcia?
Come se le vicende giudiziarie di questi giorni che vedono coinvolti personaggi della politica, anche nostrana, fossero un passatempo di una magistratura sfaccendata. Come se la Mantovani non c'entrasse nulla, non solo con il Mose, ma anche con quel traforo che Pedrollo sostiene dover essere realizzato. Come se tutto questo, se le tangenti e la stessa vicenda Mose non fossero un vero e proprio “sistema” di alta ingegneria criminale. Ammessa la buona fede, davvero c'è da chiedersi in quale olimpo vivano coloro che riducono tale “sistema di corruzione” a mera iniquità di imprenditori corrotti. 
Con tutto ciò, siamo ben lontani dal demonizzare il mondo dell'impresa. Siamo  consapevoli che l'impresa ha un ruolo sociale di capitale importanza e che per il bene di tutti deve essere aiutata a superare mille ostacoli. Essa è parte di un corpo sociale ammalato e come tale è bisognoso di cure. Vogliamo solamente far presente al Sig. Pedrollo che da una diagnosi errata ne deriva una terapia che può peggiorare la patologia. 

Ass. Culturale “Progetto Musantiqua” - Verona; Ass. Monastero del Bene Comune – Verona; Comitato Cittadino “Insieme per Borgo Roma-Beghelli” - Verona; Comitato di cittadini contro il traforo delle Torricelle  - Verona; Comitato Verona Inalberata – Verona; Donne in nero – Verona; Italia Nostra – Verona; Lega Ambiente – Verona; 
Alba Rigo, Enrico Bertelli, Francesco Premi, Mimmy Spurio, Miria Pericolosi, Paola Lorenzetti, Paolo Piva.

Verona, 23/06/2014
Stampa il post

Scuola Itinerante

L'ECONOMIA DEI BENI COMUNI.
E’ possibile costruire una “eco-nomia” fondata sui beni comuni?
Tempo di conoscere per agire

14/12/'13 Sezano .
Cosa si intende per "beni comuni", "beni comuni pubblici" e per "economia dei beni comuni", elementi teorici e dall'esperienza collettiva sociale storica.
> I beni comuni. I nodi da sciogliere. (11.07.2014) > vedi

Info programma qui > Per iscrizioni scrivere a monasterodelbenecomune@gmail.com

18/01/'14 Sezano . "Cos'è il valore? Teorie e politiche, per comprendere i fondamenti della ricchezza/povertà e delle inuguaglianze"



“Dopo le elezioni europee: criticità, sfide e proposte”

Il denaro non può determinare il valore del tempo, del lavoro, della felicità, della conoscenza, dell'acqua. Quando questo succede il tempo, il lavoro, la felicità, la conoscenza, l'acqua muoiono.

Incontro del 28.06.2014 - Sezano (Verona)
- "Le tre criticità maggiori" nella prospettiva di influenzare la definizione delle priorità dell'Agenda politica europea
- "Le sfide principali per la Sinistra europea" in una prospettiva europea-mondiale e locale-nazionale italiana
- "Prime proposte di azioni prioritarie" per semestre italiano UE / Agenda europea 2014-2016
Sintesi dei risultati salienti a cura di Riccardo Petrella (vedi)
Contributi di integrazione

CAMPAGNA STOP TTIP ITALIA

La Campagna Stop TTIP Italia nasce a febbraio 2014 per coordinare organizzazioni, reti, realtà e territori che si oppongono all’approvazione del Trattato di Partenariato Transatlantico su commercio e Investimenti (TTIP)

> leggi

> aderisci alla campagna

> con i piedi per terra

PIERLUIGI DI PIAZZA

"Il mio nemico è l'indifferenza"
essere cristiani nel tempo del grande esodo
Ed. Laterza
Video (1)(2)(3)(4)(5)(6)
Domenica 5 giugno ore 17.00
Monastero Stimmatini Sezano
Paolo Bertezzolo in dialogo con Pierluigi Di Piazza
"Non ci si può dichiarare cristiani e prendere parte alle ingiustizie, professare il razzismo, accettare la discriminazione di omosessuali, nomadi, carcerati, migranti. Non ci si può dichiarare cristiani ed essere complici della distruzione e dell'usurpazione dell'ambiente. Non ci si può dichiarare cristiani aderendo solo a parole al nuovo corso di papa Francesco, perpetuando nei fatti l'antico vizio di strumentalizzare Dio senza voler cambiare nulla. "

Le parole delle donne

2-3-4 gennaio 2016
Presentazione di Silvano Nicoletto
Anna Maria Bigon (parte 1)-(parte 2)-(Premio Comuni Virtuosi)
Donata Gottardi (parte 1)-(parte 2)
Loredana Dal Corso (Prologo)-(parte 1)-(parte 2)-(parte 3)-(parte 4)
Rita Giaretta (Lettera)-(parte 1)-(parte 2)
Susanna Caniato (prologo)-(parte 1)

DIALOGUES AFRICA@EUROPA.IT

"Quando (bianchi, neri,indiani e meticci) ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza libera automaticamente tutti gli altri." (Nelson Mandela)
Manifesto dei dialoghi
l'Africa e l'Europa per un destino comune
temi: la cooperazione internazionale, il fenomeno della corruzione, il fenomeno migratorio dentro la relazione Africa- Europa, i corridoi umanitari, il problema dell'infanzia, sfruttamento delle risorse, la desertificazione, e deforestazione, agricoltura per la comunità e per l'esportazione (caffè, cacao, cotone, ...), il furto della terra e dell'acqua, dall'istruzione all'educazione, la volorizzazione dei talenti, la questione giovanile, la politica estera degli stati, conflitti e armamenti, la tratta e le nuove schiavitù, le donne e la comunità, mondo rurale e mondo urbano, le migrazioni climatiche....

Seminario sul pensiero di R.Panikkar

Pace
seminario con Maciej Bielawski
Monastero di Sezano
2014 -18 ott,
29 nov,
20 dic,
2015 - 17 gen, 28 feb, 21 mar, 11 apr, 23 mag, 13 giu
info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com
t. 3472256997


Eco-logia Forum

"Malcesine" - affresco di Maciej Bielawski

La semplice eco-logia non basta. C’è bisogno anche di un dialogo con la terra. Ho chiamato ecosofia questo atteggiamento di dialogo. La terra non è un mero oggetto, è anche un soggetto, un Tu per noi, con cui dobbiamo imparare a entrare in dialogo. Così potremo scoprire che ecosofia ha un certo ruolo rivelatorio. Il nostro dialogo con la terra può rivelare come stanno le cose”. (R.Panikkar)

Alla ricerca di una cultura ecologica per il nostro territorio”

con Maciej Bielawski, Francesca Bragaja e Cristina Stevanoni

Giovedì 26 febbraio 2015 - ore 20.45 – 22.30

La città come luogo di vita"

con Giorgio Massignan

Mercoledì 18 marzo 2015 - ore 20.45 – 22.30

Biodiversità. La comunità del vivente

con Maria Giovanna Braioni

Giovedì 16 aprile 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'agricoltura contadina per la sovranità alimentare

con Francesco Benciolini

Giovedì 14 maggio 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'energia della Terra

con Laura Agostini

Giovedì 11 giugno 2015 - ore 20.45 – 22.30

luogo degli incontri: Monastero degli Stimmatini di Sezano - via Mezzomonte 28, verona

info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com - c. 3472256997

SEGUICI SU

Archivio articoli del blog

I LIBRI del MONASTERO DEL BENE COMUNE

* LIBRI APERTI
"come un libro aperto. la mia semplice testimonianza" di Aurora Morelli, stampato in proprio, luglio 2011, 288 pagine.


* I QUADERNI DEL VIVERE INSIEME
quaderno n. 3 "LE FABBRICHE DELLA POVERTA' " Liberare la società dall'impoverimento. Opera collettiva, stampato in proprio, settembre 2013, pag. 136

quaderno n°2. "IL CAPITALISMO BLU. La predazione della vita " di R. Petrella, stampato in proprio, aprile 2011, 143 pagine.
quaderno n°1. "RES PUBLICA E BENI COMUNI. Pensare le rivoluzioni del XXI secolo", di R. Petrella, stampato in proprio, ottobre 2010,151 pagine.

I libri sono disponibili nella sede dell'Associazione o richiedendoli via mail.


Archivio AUDIO - VIDEO

"Dalle acque amare alle 12 sorgenti e 70 palme". Lettura sapienziale del Libro dell'Esodo, con Mons. G.M. Bregantini
-------------------------------------------------
Nuove relazioni a partire dalla casa di Maria e Giuseppe, con Maria Soave Buscemi
-------------------------------------------------
dai Poveri Illegali alla Illegalità della Povertà, con p.S. Nicoletto, R.Petrella, F.Mestrum
-------------------------------------------------
Attraverso il Sahara. Il viaggio dei migranti verso l'Italia, con J-P. Piessou e giovani immigrati africani
-------------------------------------------------
Uscire dall'angoscia: ascolto e accoglienza, con E.Drewermann
-------------------------------------------------
L'umanesimo biblico, con Carmine Di Sante
-------------------------------------------------
Raimon Panikkar, profeta tra le fedi
con Achille Rossi
-------------------------------------------------
Conoscere le Mafie per costruire Legalità e Responsabilità
Le mafie: fenomeni criminali e non solo audio (Pierpaolo Romani) La mafia di casa nostra, la mafia in casa nostra audio (Monica Zornetta)
Nord-Sud, alleanza per la legalità audio (Vincenzo Linarello)
Cosa Nostra, la mafia siciliana audio (Pierpaolo Romani)
-------------------------------------------------
Lettura de "Res Publica e Beni Comuni"
-------------------------------------------------
La fede degli atei e l'ateismo dei credenti
conversazioni con José Maria Castillo | 3/5.1.'11
-------------------------------------------------
Abitare il Pianeta Errante
conversazioni con Antonietta Potente | 5.12.'10
-------------------------------------------------
Stranieri e Pellegrini, figli di Abramo
con p.Paolo Dall'Oglio e Hamza Piccardo | 9.1.'10

------------------------------------------------ Il sussulto del Diritto per i Diritto con Giancarlo Caselli | 9.1.'10 vedi video

© 2009-2011 Copyright Associazione Monastero del Bene. Per riprodurre i contenuti richiedere autorizzazione al webmaster

Powered by AMAZZER - Vai aINIZIO PAGINA