L'Associazione Monastero del Bene Comune
è nata nel luglio 2009 presso l'antico monastero di Sezano, da un gruppo di persone che hanno a cuore la promozione della convivenza umana nella “città del vivere insieme”.

"L'umanità non è semplicemente l'insieme degli esseri umani, ma sono gli esseri umani che vivono insieme" (Riccardo Petrella).


SOSTIENI L'ASSOCIAZIONE


MOBILITIAMOCI per l’ACQUA!

Facciamo del 2012 l’anno dell’acqua dei cittadini
Contro i predatori del bene comune, della solidarietà, della vita
VERONA (loc. Sezano) 10,11 febbraio 2012
programma di seguito
POCHI avrebbero creduto all'indomani della grande vittoria dei due referendum sull'acqua che i responsabili politici e le classi dirigenti economiche e finanziarie  del nostro Paese avrebbero scandalosamente ignorato le decisioni di 27 milioni di cittadini e osato addirittura agire nella direzione opposta. Artifici giuridici, alibi interpretativi, mistificazioni economiche, disonestà politica, disprezzo dei cittadini… tutte azioni che vanno nella direzione di un classico GOLPE POLITICO.
L'acqua ha rivelato l'abisso della coscienza politica e civile dei nostri dirigenti, compresi quelli che da un latogridano di fronte agli scandali morali mentre dall’altro stanno rumorosamente zitti difronte ad una tale demolizione della democrazia.
Non rispettando il referendum sull’acqua i dirigenti attuali italiani hanno perso la legittimità costituzionale. Dobbiamo ricominciare a difendere la democrazia, la Costituzione italiana, la dignità politica dei cittadini!
Non é facile, ma é necessario.
Fra i promotori/protagonisti di questa evoluzione figurano le istituzioni europee le cui preferenze, attualmente, non sono opposte alla “mercificazione dell’acqua” ma, anzi, spingono all’apertura dei servizi idrici ( e degli altri servizi pubblici “locali”) al mercato ed al settore privato.
POCHI avrebbero immaginato che, dopo i terribili sconquassi del 2007/8-2010 sull'economia mondiale provocati dalle insensate politiche e prassi finanziarie speculative dei detentori di capitali, i poteri pubblici ed i dirigenti politici, economici e « morali » dei paesi dell'Unione europea avrebbero totalmente abdicato dalle loro responsabilità asservendosi senza pudori agli interessi speculativi ed all'avidità predatoria dei grandi operatori finanziari, commerciali ed industriali privati.
POCHI avevano pensato che i nostri dirigenti avrebbero osato far ricorso alla pratica del rito sacrificale, con il quale sempre, nel passato, i dominanti hanno imposto la « soluzione » alle crisi da loro provocate (vedi le guerre). Oggi i dominanti europei obbligano i popoli più deboli, i meno potenti, a fare sacrifici con la scusa di voler salvare l'euro, salvare l'Europa. In realtà vogliono unicamente salvare il loro potere e la loro ricchezza. La crisi ed i sacrifici sono per gli altri. La crescita e lo sviluppo devono « ritornare » per il loro continuo arricchimento.
In questo contesto, l'Unione Europea sta "sbancando" le sue competenze ed i suoi doveri in materia di servizi pubblici. Nel campo dell’acqua sta operando affinché la responsabilità della gestione europea dell'acqua sia affidata ad un sistema di « governanza » esterna privata composta da « stakeholders » (« portatori di interessi »). Solo all'epoca del capitalismo industriale ruggente del carbone, dell'acciaio, dei treni, delle conquiste coloniali di fine XIX° secolo, i dirigenti europei avevano espresso cosi duramente la loro cupidigia ed il loro disprezzo dell’uguaglianza dei cittadini nei confronti del diritto alla vita ed alla sicurezza sociale. Secondo la Commissione europea il 2012 é l’”anno europeo dell’acqua”, cioè l’anno in cui si dovrebbe compiere, nelle loro intenzioni, la definitiva mercificazione e privatizzazione della gestione della politica europea dell’acqua.
Il nostro impegno sarà invece far diventare il 2012 l’”anno dell’acqua dei cittadini” grazie al lancio delle iniziative europee dei cittadini per l’acqua.
Non é facile, ma é urgente ed indispensabile.
Infine, POCHI avrebbero immaginato che i dirigenti di tutti i paesi, malgrado il fallimento delle conferenze di Copenhaghen (2009) e di Cancun (2010) sul cambio climatico e la consapevolezza dell’oramai inevitabile aggravarsi dello stato del pianeta nei prossimi 30-40 anni, abbiano deciso a Durban (dicembre 2011) di non mettersi più d’accordo su un Trattato mondiale di lotta contro il riscaldamento dell’atmosfera secondo principi ed obblighi definiti in comune.
La decisione dei dirigenti del mondo é semplicemente irresponsabile e scandalosa.
Non si capisce bene se pensano che i problemi si risolveranno da soli !!!Verosimilmente credono che la soluzione sia l’economia verde, lo sviluppo verde, lasciati alle libere forze competitive del capitalismo verde mondiale, dei popoli e paesi in lotta per la propria sopravvivenza.
E’ evidente che se essi
 hanno deciso che non è possibile realizzare un accordo mondiale nel settore dell’energia, sarà impensabile che essi arrivino ad un accordo mondiale sulle « risorse » idriche. 
I nostri dirigenti si stanno incamminando con cecità verso i conflitti e le guerre dell’acqua.
E’ chiaro : l’acqua, fonte di guerra, ecco cosa ci propongono i dirigenti. Noi cittadini dobbiamo gridare che questo non é il futuro che vogliamo e che rifiutiamo categoricamente di far credere ai nostri figli e nipoti che dovranno sacrificarsi per le guerre dell’acqua nell’interesse dei mercanti idrici e dell’agrobusiness per i consumatori ricchi dell’America del Nord, dell’Europa, della Cina, dell’India, del Brasile, dell’Africa mediterranea...
Non é facile, ma non possiamo rassegnarci.
Alla luce di quanto sopra, vi proponiamo di incontrarci nella sede dell'Ass. Monastero del Bene Comune a Sezano-VR 
per discutere ed esaminare cosa possiamo e dobbiamo fare noi cittadini alla base, nelle nostre città o spazi pubblici, a livello locale, e trasmettere le nostre conclusioni ed idee al Forum Alternativo Mondiale dell’Acqua (F.A.M.E.) che si terrà a Marsiglia nei giorni 14-17 marzo 2012.
Programma 
VENERDI 10 febbraio - serata
STANNO DEMOLENDO LA SOCIETA. COSA FACCIAMO INSIEME, A PARTIRE DALL’ACQUA E DAI BENI COMUNI ?
Ore 19.15 Buffet di accoglienza

Ore 20.00 Livello globale e generale
Riccardo Petrella (Università del Bene Comune – Facoltà dell'Acqua)

Ore 21.30 Dibattito
Ore 22.30 Chiusura dei lavori

SABATO 11 febbraio - mattino
ACQUA E BENI COMUNI - IL PUNTO A LIVELLO NAZIONALE ED EUROPEO 
Ore 9,15  Livello nazionale
Rosario Lembo (Comitato per il Contratto Mondiale Acqua)
Pierluigi Sullo (giornalista)
Ore 10,30 Livello europeo
Riccardo Petrella (Università del Bene Comune – Facoltà dell'Acqua)
Ore 11,30 Dibattito
Ore 12,45 Pranzo

SABATO 11 febbraio - pomeriggio
AGIRE PER L'ACQUA E PER I BENI COMUNI
Ore 14,30 Mobilitiamoci per l'acqua e i beni comuni
Patrizia Sentinelli (Ass. Altramente – Roma)
Luca Cecchi (Comitato Veronese Acqua Bene Comune)

Ore 15,45 Dibattito e redazione del documento di proposta per Marsiglia

Ore 17,00 Chiusura dei lavori

NOTE ORGANIZZATIVE
Iscrizioni: entro 4 febbraio. Massimo 50 partecipanti. Contributo libero richiesto per l’intera sessione 10 (giovani non lavoratori 5€).
Ospitalità: possibilità di pernottamento da venerdì10 a sabato 11febbraio.
Contributo libero spese di accoglienza con pensione completa
venerdì-cena/sabato- pranzo 40€ (giovani non lavoratori 20 €).
Contributo libero spese a pasto per non residenti10 €
Sede degli incontri: Sala Conferenze, Monastero degli Stimmatini Via Mezzomonte, 28 - 37142 Verona (loc. Sezano) 


Info e iscrizioni: tel 347 2256997 e-mail: monasterodelbenecomune@gmail.com
oppure www.monasterodelbenecomune.org


La sessione di febbraio della Facoltà dell'Acqua dell'Università del Bene Comune
è resa possibile grazie alla collaborazione con :
Associazione Monastero del Bene Comune (Verona),
Comunità degli Stimmatini di Sezano (Verona),
Comitato Italiano Contratto Mondiale sull’Acqua (Milano),
Istituto Europeo di Ricerca sulle Politiche dell'Acqua (IERPE - Bruxelles)

Ass. Università del Bene Comune - via Rembrant, 8 – Milano t./f. 02 89056946
www.universitadelbenecomune.org - info@universitadelbenecomune.org
(*) in attesa di conferma
Stampa il post

Scuola Itinerante

L'ECONOMIA DEI BENI COMUNI.
E’ possibile costruire una “eco-nomia” fondata sui beni comuni?
Tempo di conoscere per agire

14/12/'13 Sezano .
Cosa si intende per "beni comuni", "beni comuni pubblici" e per "economia dei beni comuni", elementi teorici e dall'esperienza collettiva sociale storica.
> I beni comuni. I nodi da sciogliere. (11.07.2014) > vedi

Info programma qui > Per iscrizioni scrivere a monasterodelbenecomune@gmail.com

18/01/'14 Sezano . "Cos'è il valore? Teorie e politiche, per comprendere i fondamenti della ricchezza/povertà e delle inuguaglianze"



“Dopo le elezioni europee: criticità, sfide e proposte”

Il denaro non può determinare il valore del tempo, del lavoro, della felicità, della conoscenza, dell'acqua. Quando questo succede il tempo, il lavoro, la felicità, la conoscenza, l'acqua muoiono.

Incontro del 28.06.2014 - Sezano (Verona)
- "Le tre criticità maggiori" nella prospettiva di influenzare la definizione delle priorità dell'Agenda politica europea
- "Le sfide principali per la Sinistra europea" in una prospettiva europea-mondiale e locale-nazionale italiana
- "Prime proposte di azioni prioritarie" per semestre italiano UE / Agenda europea 2014-2016
Sintesi dei risultati salienti a cura di Riccardo Petrella (vedi)
Contributi di integrazione

CAMPAGNA STOP TTIP ITALIA

La Campagna Stop TTIP Italia nasce a febbraio 2014 per coordinare organizzazioni, reti, realtà e territori che si oppongono all’approvazione del Trattato di Partenariato Transatlantico su commercio e Investimenti (TTIP)

> leggi

> aderisci alla campagna

> con i piedi per terra

PIERLUIGI DI PIAZZA

"Il mio nemico è l'indifferenza"
essere cristiani nel tempo del grande esodo
Ed. Laterza
Video (1)(2)(3)(4)(5)(6)
Domenica 5 giugno ore 17.00
Monastero Stimmatini Sezano
Paolo Bertezzolo in dialogo con Pierluigi Di Piazza
"Non ci si può dichiarare cristiani e prendere parte alle ingiustizie, professare il razzismo, accettare la discriminazione di omosessuali, nomadi, carcerati, migranti. Non ci si può dichiarare cristiani ed essere complici della distruzione e dell'usurpazione dell'ambiente. Non ci si può dichiarare cristiani aderendo solo a parole al nuovo corso di papa Francesco, perpetuando nei fatti l'antico vizio di strumentalizzare Dio senza voler cambiare nulla. "

Le parole delle donne

2-3-4 gennaio 2016
Presentazione di Silvano Nicoletto
Anna Maria Bigon (parte 1)-(parte 2)-(Premio Comuni Virtuosi)
Donata Gottardi (parte 1)-(parte 2)
Loredana Dal Corso (Prologo)-(parte 1)-(parte 2)-(parte 3)-(parte 4)
Rita Giaretta (Lettera)-(parte 1)-(parte 2)
Susanna Caniato (prologo)-(parte 1)

DIALOGUES AFRICA@EUROPA.IT

"Quando (bianchi, neri,indiani e meticci) ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza libera automaticamente tutti gli altri." (Nelson Mandela)
Manifesto dei dialoghi
l'Africa e l'Europa per un destino comune
temi: la cooperazione internazionale, il fenomeno della corruzione, il fenomeno migratorio dentro la relazione Africa- Europa, i corridoi umanitari, il problema dell'infanzia, sfruttamento delle risorse, la desertificazione, e deforestazione, agricoltura per la comunità e per l'esportazione (caffè, cacao, cotone, ...), il furto della terra e dell'acqua, dall'istruzione all'educazione, la volorizzazione dei talenti, la questione giovanile, la politica estera degli stati, conflitti e armamenti, la tratta e le nuove schiavitù, le donne e la comunità, mondo rurale e mondo urbano, le migrazioni climatiche....

Seminario sul pensiero di R.Panikkar

Pace
seminario con Maciej Bielawski
Monastero di Sezano
2014 -18 ott,
29 nov,
20 dic,
2015 - 17 gen, 28 feb, 21 mar, 11 apr, 23 mag, 13 giu
info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com
t. 3472256997


Eco-logia Forum

"Malcesine" - affresco di Maciej Bielawski

La semplice eco-logia non basta. C’è bisogno anche di un dialogo con la terra. Ho chiamato ecosofia questo atteggiamento di dialogo. La terra non è un mero oggetto, è anche un soggetto, un Tu per noi, con cui dobbiamo imparare a entrare in dialogo. Così potremo scoprire che ecosofia ha un certo ruolo rivelatorio. Il nostro dialogo con la terra può rivelare come stanno le cose”. (R.Panikkar)

Alla ricerca di una cultura ecologica per il nostro territorio”

con Maciej Bielawski, Francesca Bragaja e Cristina Stevanoni

Giovedì 26 febbraio 2015 - ore 20.45 – 22.30

La città come luogo di vita"

con Giorgio Massignan

Mercoledì 18 marzo 2015 - ore 20.45 – 22.30

Biodiversità. La comunità del vivente

con Maria Giovanna Braioni

Giovedì 16 aprile 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'agricoltura contadina per la sovranità alimentare

con Francesco Benciolini

Giovedì 14 maggio 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'energia della Terra

con Laura Agostini

Giovedì 11 giugno 2015 - ore 20.45 – 22.30

luogo degli incontri: Monastero degli Stimmatini di Sezano - via Mezzomonte 28, verona

info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com - c. 3472256997

SEGUICI SU

Archivio articoli del blog

I LIBRI del MONASTERO DEL BENE COMUNE

* LIBRI APERTI
"come un libro aperto. la mia semplice testimonianza" di Aurora Morelli, stampato in proprio, luglio 2011, 288 pagine.


* I QUADERNI DEL VIVERE INSIEME
quaderno n. 3 "LE FABBRICHE DELLA POVERTA' " Liberare la società dall'impoverimento. Opera collettiva, stampato in proprio, settembre 2013, pag. 136

quaderno n°2. "IL CAPITALISMO BLU. La predazione della vita " di R. Petrella, stampato in proprio, aprile 2011, 143 pagine.
quaderno n°1. "RES PUBLICA E BENI COMUNI. Pensare le rivoluzioni del XXI secolo", di R. Petrella, stampato in proprio, ottobre 2010,151 pagine.

I libri sono disponibili nella sede dell'Associazione o richiedendoli via mail.


Archivio AUDIO - VIDEO

"Dalle acque amare alle 12 sorgenti e 70 palme". Lettura sapienziale del Libro dell'Esodo, con Mons. G.M. Bregantini
-------------------------------------------------
Nuove relazioni a partire dalla casa di Maria e Giuseppe, con Maria Soave Buscemi
-------------------------------------------------
dai Poveri Illegali alla Illegalità della Povertà, con p.S. Nicoletto, R.Petrella, F.Mestrum
-------------------------------------------------
Attraverso il Sahara. Il viaggio dei migranti verso l'Italia, con J-P. Piessou e giovani immigrati africani
-------------------------------------------------
Uscire dall'angoscia: ascolto e accoglienza, con E.Drewermann
-------------------------------------------------
L'umanesimo biblico, con Carmine Di Sante
-------------------------------------------------
Raimon Panikkar, profeta tra le fedi
con Achille Rossi
-------------------------------------------------
Conoscere le Mafie per costruire Legalità e Responsabilità
Le mafie: fenomeni criminali e non solo audio (Pierpaolo Romani) La mafia di casa nostra, la mafia in casa nostra audio (Monica Zornetta)
Nord-Sud, alleanza per la legalità audio (Vincenzo Linarello)
Cosa Nostra, la mafia siciliana audio (Pierpaolo Romani)
-------------------------------------------------
Lettura de "Res Publica e Beni Comuni"
-------------------------------------------------
La fede degli atei e l'ateismo dei credenti
conversazioni con José Maria Castillo | 3/5.1.'11
-------------------------------------------------
Abitare il Pianeta Errante
conversazioni con Antonietta Potente | 5.12.'10
-------------------------------------------------
Stranieri e Pellegrini, figli di Abramo
con p.Paolo Dall'Oglio e Hamza Piccardo | 9.1.'10

------------------------------------------------ Il sussulto del Diritto per i Diritto con Giancarlo Caselli | 9.1.'10 vedi video

© 2009-2011 Copyright Associazione Monastero del Bene. Per riprodurre i contenuti richiedere autorizzazione al webmaster

Powered by AMAZZER - Vai aINIZIO PAGINA