L'Associazione Monastero del Bene Comune
è nata nel luglio 2009 presso l'antico monastero di Sezano, da un gruppo di persone che hanno a cuore la promozione della convivenza umana nella “città del vivere insieme”.

"L'umanità non è semplicemente l'insieme degli esseri umani, ma sono gli esseri umani che vivono insieme" (Riccardo Petrella).


SOSTIENI L'ASSOCIAZIONE


30 marzo '12 - I VOLTI DEGLI IMMIGRATI NELLA CRISI

Il drammatico gesto del cittadino marocchino di Verona che è un appello alla comunità solidale
di Jean Pierre Piessou
dal sito http://www.slysajah.com
Il volto e il corpo ustionato del cittadino del Marocco che ieri attorno alle 11 si è dato fuoco ieri davanti al Municipio di Verona sono quelli del centinaio e migliaio dei cittadini immigrati che vivono, studiano, lavorano (in diverse realtà) a Verona e in Provincia. Il suo gesto da disperato senza lavoro, senza casa (un luogo sicuro dove abitare, dormire, riposare, farsi la barba e la doccia o farsi un the alla menta  o un caffè) rappresenta fisicamente e simbolicato il GRIDO di molti cittadini immigrati della nostra città. Per me, questa brutta notizia di questo dramma del concittadino del Marocco di cui non ci è dato di sapere il nome e l’età mi giunge non come le grida di tantissime persone che riceviamo negli sportelli che si presentano a noi come un solo grido drammatico da ritornello: AIUTAMI!

La mia associazione Pangea-Casa delle culture e Slysajah e l’Associazione Monastero del Bene Comune di Sezano abbiamo accolto e rilanciato queste grida dei cittadini e abbiamo organizzato lo scorso 24 febbraio una sorta di assemblea di riflessione e di proposte con i leaders delle comunità immigrati di Verona. Il tema centrale dell’assemblea era: Il volto dei cittadini immigrati dentro la crisi. Questa assemblea a cui molti immigrati ed italiani avevano aderito era molto affollata e soprattutto molto partecipata. C’erano diverse e svariate testimonianze dei cittadini immigrati. In queste testimonianze di gente coraggiosa che non ce la faceva piu’ ad arrivare a fine mese a pagare mutui, bollette, rette e mense scolastiche oppure ad inviare qualche spicciolo ai propri parenti, mogli o figli lasciati nei paesi d’origine) si poteva cogliere il senso di dignità mescolato alla stanchezza e alla sofferenza. Soprattutto il senso della stanchezza in queste grida, in questi appelli era molto sentito e molto forte. Credo che sia la stanchezza di chi si sente quasi abbandonato dalla gente, dalla propria certezza/forza motivatrice e dalle Istituzioni che continuano a tassarlo sui permessi di soggiorno come sugli altri documenti di soggiorno anziché capirlo ed accompagnare con un “lumicino” acceso per farlo uscire dal tunnel della solitudine e della profonda disoccupazione in cui è finito.

Ora il gesto del cittadino che oso chiamare MOHAMMED, perché non lo voglio rileggarlo nell’anonimato in cui è caduto e che ha contribuito a questo gesto drammatico. Lo voglio vedere col proprio nome, le proprie storie di cui e delle sue origini. Lo voglio vedere ed incontrarlo con la propria fisicità come è giusto che sia. Egli ha un volto, specchio del suo essere e del suo avere, anche se pour e homeless (come dicono gli inglesi).

Per me è uno di NOI. Uno tra tanti che ieri sera mi hanno chiamato per chiedermi se lo conoscevo. Uno dei tantissimi che ogni venerdi’, come questa mattina quando vanno in moschea a pregare passano da me allo sportello per parlare con me, per dirmi semplicemente due tre cose essenziali e vere che riguardano la loro esistenza di donne, di uomini e di giovani in cerca di felicità che è un Diritto fondamentale. Quella Felicità che gli sta lasciando inesorabilmente con questa crisi di cui non vediamo la via d’uscita nonostante il cambio di governo che ascolta la VOCE DEGLI UMILI E DEI POVERI DEL NOSTRO TEMPO.

Un abbraccio a te fratello Mohammed che mi ricordi Mohammed Bouazziz, il tunisino che ha fatto scopiare la primavera araba del 2010.

Noi non faremo rivoluzione di primavera, ma desideriamo semplicemente che il Tuo Grido di Dolore e di Sofferenza contribuisca a rompere le barriere di indifferenza, di silenzio e di solitudine che da decenni avvolgono molti volti dei sofferenti come il tuo.

Ti aspettiamo guarito per tornare tra di Noi per continuare la marcia insieme.
Stampa il post

Scuola Itinerante

L'ECONOMIA DEI BENI COMUNI.
E’ possibile costruire una “eco-nomia” fondata sui beni comuni?
Tempo di conoscere per agire

14/12/'13 Sezano .
Cosa si intende per "beni comuni", "beni comuni pubblici" e per "economia dei beni comuni", elementi teorici e dall'esperienza collettiva sociale storica.
> I beni comuni. I nodi da sciogliere. (11.07.2014) > vedi

Info programma qui > Per iscrizioni scrivere a monasterodelbenecomune@gmail.com

18/01/'14 Sezano . "Cos'è il valore? Teorie e politiche, per comprendere i fondamenti della ricchezza/povertà e delle inuguaglianze"



“Dopo le elezioni europee: criticità, sfide e proposte”

Il denaro non può determinare il valore del tempo, del lavoro, della felicità, della conoscenza, dell'acqua. Quando questo succede il tempo, il lavoro, la felicità, la conoscenza, l'acqua muoiono.

Incontro del 28.06.2014 - Sezano (Verona)
- "Le tre criticità maggiori" nella prospettiva di influenzare la definizione delle priorità dell'Agenda politica europea
- "Le sfide principali per la Sinistra europea" in una prospettiva europea-mondiale e locale-nazionale italiana
- "Prime proposte di azioni prioritarie" per semestre italiano UE / Agenda europea 2014-2016
Sintesi dei risultati salienti a cura di Riccardo Petrella (vedi)
Contributi di integrazione

CAMPAGNA STOP TTIP ITALIA

La Campagna Stop TTIP Italia nasce a febbraio 2014 per coordinare organizzazioni, reti, realtà e territori che si oppongono all’approvazione del Trattato di Partenariato Transatlantico su commercio e Investimenti (TTIP)

> leggi

> aderisci alla campagna

> con i piedi per terra

PIERLUIGI DI PIAZZA

"Il mio nemico è l'indifferenza"
essere cristiani nel tempo del grande esodo
Ed. Laterza
Video (1)(2)(3)(4)(5)(6)
Domenica 5 giugno ore 17.00
Monastero Stimmatini Sezano
Paolo Bertezzolo in dialogo con Pierluigi Di Piazza
"Non ci si può dichiarare cristiani e prendere parte alle ingiustizie, professare il razzismo, accettare la discriminazione di omosessuali, nomadi, carcerati, migranti. Non ci si può dichiarare cristiani ed essere complici della distruzione e dell'usurpazione dell'ambiente. Non ci si può dichiarare cristiani aderendo solo a parole al nuovo corso di papa Francesco, perpetuando nei fatti l'antico vizio di strumentalizzare Dio senza voler cambiare nulla. "

Le parole delle donne

2-3-4 gennaio 2016
Presentazione di Silvano Nicoletto
Anna Maria Bigon (parte 1)-(parte 2)-(Premio Comuni Virtuosi)
Donata Gottardi (parte 1)-(parte 2)
Loredana Dal Corso (Prologo)-(parte 1)-(parte 2)-(parte 3)-(parte 4)
Rita Giaretta (Lettera)-(parte 1)-(parte 2)
Susanna Caniato (prologo)-(parte 1)

DIALOGUES AFRICA@EUROPA.IT

"Quando (bianchi, neri,indiani e meticci) ci liberiamo dalle nostre paure, la nostra presenza libera automaticamente tutti gli altri." (Nelson Mandela)
Manifesto dei dialoghi
l'Africa e l'Europa per un destino comune
temi: la cooperazione internazionale, il fenomeno della corruzione, il fenomeno migratorio dentro la relazione Africa- Europa, i corridoi umanitari, il problema dell'infanzia, sfruttamento delle risorse, la desertificazione, e deforestazione, agricoltura per la comunità e per l'esportazione (caffè, cacao, cotone, ...), il furto della terra e dell'acqua, dall'istruzione all'educazione, la volorizzazione dei talenti, la questione giovanile, la politica estera degli stati, conflitti e armamenti, la tratta e le nuove schiavitù, le donne e la comunità, mondo rurale e mondo urbano, le migrazioni climatiche....

Seminario sul pensiero di R.Panikkar

Pace
seminario con Maciej Bielawski
Monastero di Sezano
2014 -18 ott,
29 nov,
20 dic,
2015 - 17 gen, 28 feb, 21 mar, 11 apr, 23 mag, 13 giu
info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com
t. 3472256997


Eco-logia Forum

"Malcesine" - affresco di Maciej Bielawski

La semplice eco-logia non basta. C’è bisogno anche di un dialogo con la terra. Ho chiamato ecosofia questo atteggiamento di dialogo. La terra non è un mero oggetto, è anche un soggetto, un Tu per noi, con cui dobbiamo imparare a entrare in dialogo. Così potremo scoprire che ecosofia ha un certo ruolo rivelatorio. Il nostro dialogo con la terra può rivelare come stanno le cose”. (R.Panikkar)

Alla ricerca di una cultura ecologica per il nostro territorio”

con Maciej Bielawski, Francesca Bragaja e Cristina Stevanoni

Giovedì 26 febbraio 2015 - ore 20.45 – 22.30

La città come luogo di vita"

con Giorgio Massignan

Mercoledì 18 marzo 2015 - ore 20.45 – 22.30

Biodiversità. La comunità del vivente

con Maria Giovanna Braioni

Giovedì 16 aprile 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'agricoltura contadina per la sovranità alimentare

con Francesco Benciolini

Giovedì 14 maggio 2015 - ore 20.45 – 22.30

L'energia della Terra

con Laura Agostini

Giovedì 11 giugno 2015 - ore 20.45 – 22.30

luogo degli incontri: Monastero degli Stimmatini di Sezano - via Mezzomonte 28, verona

info e iscrizioni: monasterodelbenecomune@gmail.com - c. 3472256997

SEGUICI SU

Archivio articoli del blog

I LIBRI del MONASTERO DEL BENE COMUNE

* LIBRI APERTI
"come un libro aperto. la mia semplice testimonianza" di Aurora Morelli, stampato in proprio, luglio 2011, 288 pagine.


* I QUADERNI DEL VIVERE INSIEME
quaderno n. 3 "LE FABBRICHE DELLA POVERTA' " Liberare la società dall'impoverimento. Opera collettiva, stampato in proprio, settembre 2013, pag. 136

quaderno n°2. "IL CAPITALISMO BLU. La predazione della vita " di R. Petrella, stampato in proprio, aprile 2011, 143 pagine.
quaderno n°1. "RES PUBLICA E BENI COMUNI. Pensare le rivoluzioni del XXI secolo", di R. Petrella, stampato in proprio, ottobre 2010,151 pagine.

I libri sono disponibili nella sede dell'Associazione o richiedendoli via mail.


Archivio AUDIO - VIDEO

"Dalle acque amare alle 12 sorgenti e 70 palme". Lettura sapienziale del Libro dell'Esodo, con Mons. G.M. Bregantini
-------------------------------------------------
Nuove relazioni a partire dalla casa di Maria e Giuseppe, con Maria Soave Buscemi
-------------------------------------------------
dai Poveri Illegali alla Illegalità della Povertà, con p.S. Nicoletto, R.Petrella, F.Mestrum
-------------------------------------------------
Attraverso il Sahara. Il viaggio dei migranti verso l'Italia, con J-P. Piessou e giovani immigrati africani
-------------------------------------------------
Uscire dall'angoscia: ascolto e accoglienza, con E.Drewermann
-------------------------------------------------
L'umanesimo biblico, con Carmine Di Sante
-------------------------------------------------
Raimon Panikkar, profeta tra le fedi
con Achille Rossi
-------------------------------------------------
Conoscere le Mafie per costruire Legalità e Responsabilità
Le mafie: fenomeni criminali e non solo audio (Pierpaolo Romani) La mafia di casa nostra, la mafia in casa nostra audio (Monica Zornetta)
Nord-Sud, alleanza per la legalità audio (Vincenzo Linarello)
Cosa Nostra, la mafia siciliana audio (Pierpaolo Romani)
-------------------------------------------------
Lettura de "Res Publica e Beni Comuni"
-------------------------------------------------
La fede degli atei e l'ateismo dei credenti
conversazioni con José Maria Castillo | 3/5.1.'11
-------------------------------------------------
Abitare il Pianeta Errante
conversazioni con Antonietta Potente | 5.12.'10
-------------------------------------------------
Stranieri e Pellegrini, figli di Abramo
con p.Paolo Dall'Oglio e Hamza Piccardo | 9.1.'10

------------------------------------------------ Il sussulto del Diritto per i Diritto con Giancarlo Caselli | 9.1.'10 vedi video

© 2009-2011 Copyright Associazione Monastero del Bene. Per riprodurre i contenuti richiedere autorizzazione al webmaster

Powered by AMAZZER - Vai aINIZIO PAGINA